29 Apr 2016 News

Disney e le nuove logiche del Licensing, al Marketing Week

DisneyE’ tutt’ora in corso la Marketing Week, l’evento dedicato al mondo del marketing. Ebbene,  tra i relatori di ieri c’era anche Richard Ellwood capo di Disney’s Licensing  che ha ribadito quanto sia importante per una buona strategia veicolare un marchio in un contesto.

Secondo Elwood,  “il marketing deve mettere il proprio marchio in un contesto. Le persone non pensano sempre al un nuovo film Disney o ad un marchio nella loro vita quotidiana. In realtà loro pensano alle proprie vite.”  Aggiungendo “La maggior parte dei consumatori sono anche sopraffatti dalla pubblicità. Dunque il lavoro di un marchio è quello di filtrare questa saturazione e rendere il processo di scelta e di acquisto più facile.

A tal proposito Ellwood ha citato l’esempio di una giovane famiglia che era impegnata nello shopping di giocattoli per le loro due figlie che erano grandi fan di Peppa Pig. La coppia,  dopo un intera giornata di ricerca nonostante avessero ben in mente cosa dover comprare,  si sono visti esporre una enorme gamma di prodotti,  e sono finiti per non comprare nulla in quella giornata.

Ellwood ha spiegato “Questo è un esempio di come si può perdere un cliente grazie al disordine”. La nostra storia dimostra quanto siamo bravi con la Disney in termini di forniture di orientamento alla scelta d’acquisto. Fare in modo che le persone che sono alla ricerca di qualcosa di molto specifico,  siano in grado di ridurre il disordine,  e guidarli con facilità verso il loro bisogno,  è di estrema importanza.

Il  boss della Disney’s Licensing,   ha citato questo esperimento realizzato dagli psicologi in America,  per fa comprendere l’importanza del marketing nella scelta.  Infatti,  una scelta guidata grazie ad un marketing che contestualizza il proprio marchio,  rende il processo di acquisto più facile.