09 Mag 2016 News

Roma, Verdone apre un cinema d’essai in un liceo di Guidonia

carlo verdone - larcan - WCENTER 0REDABEPXZ

Chiudono i cinema d’essai, travolti dai multiplex, e Carlo Verdone ne apre uno a Guidonia, una zona dotata di un pubblico potenziale di 300 mila spettatori. Si chiamerà Auditorium Mario Verdone come il padre dell’attore, il professore universitario di storia del cinema,  scomparso nel 2009. Sorgerà all’interno del liceo scientifico Majorana in via Roma, ma sarà aperto anche al pubblico.

La sala, costituita da circa 250 comode poltrone verdi, sarà dotata delle attrezzature più moderne: dolby-stereo, proiettori all’avanguardia, mega-schermo, cabina di regia e a novembre ospiterà la High School Film Festival, destinato a 15 licei europei. Inaugurazione l’11 maggio alla presenza di Verdone e dei fratelli Luca e Silvia. «Un cinema d’essai dentro una scuola: in Italia siamo i primi ad aprirlo e speriamo di essere imitati presto dagli altri».

L’idea è venuta a Eusebio Ciccotti, preside del Majorana, un tempo assistente e miglior allievo di mio padre. L’ho appoggiato volentieri perché considero il cinema un elemento di formazione importante, complementare ai libri di storia. Film come Roma città aperta di Rossellini o 1860 di Blasetti,  ci insegnano a capire il passato».

L’Auditorium è stato realizzato grazie al contributo volontario delle famiglie degli studenti e ad un mio finanziamento. Hanno offerto denaro anche la città di Guidonia Montecelio e alcuni docenti della scuola. Tutti hanno capito l’importanza dell’iniziativa.

E’ ormai un’arte visiva assimilabile alla pittura, alla scultura, alla danza, alla musica. Ha prodotto artisti universali come Fellini, Bergman, Rossellini e tanti altri. Papà, dice Verdone,  è stato il primo a insegnare critica e storia del cinema in Italia, creando una cattedra al Magistero. L’Auditorium che porta il suo nome è il coronamento di un suo sogno».

Fonte: Il Messaggero.it