05 Set 2018 News

Terminate le riprese di Maleficent 2. Ecco alcuni dei sequel e remake Disney in uscita entro la fine dell’anno!

Una decina di giorni fa il regista Joachim Ronning ha terminato le riprese di Maleficent 2, che quindi rispetta la tabella di marcia e arriverà sugli schermi nel maggio del 2020. Lo ha comunicato con un sereno post su Instagram. Quanti lungometraggi basati su classici animati Disney, declinati in chiave di remake o sequel, ci aspettano nei prossimi mesi? Proviamo ad azzardare un riepilogo con calendario.

E’ in questo momento in sala Ritorno al Bosco dei 100 Acri, che racconta di un ormai adulto Christopher Robin (Ewan McGregor), incapace di ricordare la magia dell’infanzia, impegnato a sostenere moglie e figlia. Gliela ricorderanno Winnie Pooh, Tigro, Pimpi e i vecchi amici creati da A. A. Milne.

E’ atteso al varco Il ritorno di Mary Poppins, in uscita il 19 dicembre 2018. Si tratta di un sequel dell’originale Mary Poppins con Julie Andrews, e Emily Blunt nel ruolo della protagonista. Dirige poi Rob Marshall, esperto di musical.

Il nuovo Dumbo di Tim Burton arriverà in sala nel marzo del 2019. E’ davvero difficile trovare la forza per porsi davanti a un’operazione del genere senza pregiudizi. Ci aiuta pensare che il tema della storia sia perfettamente nelle corde di Burton, che rimane un artista dalle radici disneyane. Di contro, il Dumbo originale del 1941 è un’esperienza ancora sublime e perfetta, in appena un’ora ti chiede in prestito il cuore, lo accarezza, lo strapazza e te lo restituisce depurato. In bocca al lupo, Tim. Questa volta è dura sul serio.

L’Aladdin di Guy Ritchie ci attende al varco nel maggio del 2019. Reggeremo il colpo? Will Smith è abbastanza vulcanico da poter gestire il Genio, però rimane il problema che il lungometraggio di John Musker & Ron Clements, uno dei simboli del Rinascimento Disney dei Novanta, era un monumento al Cartoon, a quel filtro straordinario con cui la matita e i colori possono cesellare la realtà. E la combinazione, nel doppiaggio del Genio, di Robin Williams in America e Gigi Proietti in Italia, sarà ardua da dimenticare.

Il Re Leone di Jon Favreau arriva nel luglio del 2019. Il discorso in questo caso è delicato. Il classico originale è amatissimo, come dimostrò già l’esito commerciale della riedizione in 3D di diversi anni fa, ma Favreau ci ha favorevolmente colpito col lavoro svolto nel suo Libro della giungla, che sapeva andare oltre il solco del prototipo, offrendo un’esperienza complementare. Ci riuscirà ancora? Natura, temi shakespeariani, crudezza. C’è materiale e Jon ha dimostrato di non adeguarsi a minestre riscaldate.

Il nuovo Mulan di Niki Caro, interpretato dalla star cinese Liu Yifei e previsto per il marzo del 2020, è il progetto a nostro parere meno rischioso. L’originale Mulan di Bancroft & Cook non è considerato un classico alla stregua degli altri titoli citati finora, pur avendo la sua meritata schiera di ammiratori. La regista ha dimostrato altrove una grande sensibilità nel tessere storie d’eroismo femminile (La ragazza delle baleneNorth Country).

Arriviamo infine a Maleficent 2 nel maggio del 2020, passato alla regia di Joachim Ronning, reduce da Pirati dei Caraibi – La vendetta di Salazar. Il primo capitolo è stato enormemente apprezzato dal pubblico, e ritornano anche in tandem Angelina Jolie e Elle Fanning, con l’aggiunta di Michelle Pfeiffer. Il ghiaccio è rotto, e anche noi puristi lamentosi ormai ce ne siamo fatta una ragione.


Fonte: CS