08 Nov 2018 News

Spike Lee dirigerà “Frederick Douglass Now”

Il regista due volte candidato agli Oscar Spike Lee ritorna dietro la macchina da presa per dirigere “Frederick Douglass Now” il suo terzo adattamento cinematografico di un one-man show di Roger Guenveur Smith. La pellicola racconterà la storia di una delle figure più straordinarie e importati della storia afroamericana e degli Stati Uniti.

Il nuovo progetto del famosi regista afroamericano Spike Lee dal titolo “Frederick Douglass Now” verrà prodotto da Buffalo 8, la pellicola racconta proprio la straordinaria figura di Frederick Douglass: uno schiavo che si è auto-liberato, diventando poi un politico ed un editore, a lui viene riconosciuta anche la fama di pioniere del movimento femminista statunitense.

Douglass ha fatto la storia degli Stati Uniti d’America facendosi portavoce della battaglia per abolizione della schiavitù al cospetto di Abraham Lincoln e partecipò direttamente con il Presidente ai piani per liberazione degli schiavi durante la guerra civile. Nel 1872 Frederick Douglass fu il primo afroamericano ad essere candidato vicepresidente degli Stati Uniti per il Partito per l’eguaglianza dei diritti, in coppia con Victoria Woodhull, la prima donna ad essere candidata per la presidenza.

Spike Lee dirigerà proprio un riadattamento cinematografico dello spettacolo teatrale Frederick Douglass Now di Roger Guenveur Smith. Il lungometraggio potrà contare sulle musiche composte dall’artista jazz Branford Marsalis e da Marc Anthony Thompson. “Frederick Douglass Now”segnerà, inoltre, l’ultima collaborazione tra Lee e Smith, che ha preso parte a 10 film del regista, sin dalla sua seconda pellicola del 1988, “School Daze”.

L’attore Roger Guenveur Smith ha iniziato a lavorare su “Frederick Douglass Now” quando era poco più che uno studente all’Occidental College di Los Angeles, iniziando ad esibirsi nel monologo ad appena vent’anni. Nella versione per il cinema diretta da Spike Lee, troveremo proprio Smith esibirsi nei suoi testi recitati in versione rap ai quali seguiranno alcune letture di alcuni saggi e lettere scritte da Douglass per poi concludersi con parti originali firmate dal commediografo e momenti cantati.


Fonte: ecodelcinema.com