13 Mag 2019 News

Montreal: sbagliano programmazione e al posto di Detective Pikachu proiettano Llorona. Spettacolo interrotto e bambini terrorizzati

Tratto dalla news La Llorona al posto di Detective Pikachu in una sala di Montreal: bambini terrorizzati

(di comingsoon.it)

 

Sarà capitato a tutti, da piccoli, di spaventarsi guardando un film o una scena non necessariamente horror e di aver passato notti insonni a temere il ritorno di quella cosa lì, quel fantasma lì o quell’assassino lì. Perché al cinema ci si può divertire, emozionare, ma si può anche avere tanta tanta paura e rimanere traumatizzati a vita. Per questo siamo un po’ preoccupati per i poveri bambini che, in una sala di Montreal, in Canada, invece di gustare le avventure del tenero e morbidoso Detective Pikachu, si sono trovati di fronte una creatura mostruosa che infesta i corsi d’acqua, piange, è chiaramente morta e, guarda caso, va a caccia proprio di bambini. Come avrete capito, stiamo parlando della Llorona, protagonista dell’omonimo film dell’orrore che è stato proiettato al posto di Pokémon: Detective Pikachu.

Come ha raccontato un giornalista che era in sala per recuperare il film, la situazione si è messa male prima dell’inizio del film sbagliato, e precisamente quando i giovanissimi spettatori hanno visto sullo schermo le immagini promozionali di Annabelle Comes Home (Annabelle 3). Naturalmente, la bambola indemoniata ha scatenato pianti isterici nei pargoletti, che forse hanno tirato un sospiro di sollievo davanti al trailer di Joker, per poi precipitare nuovamente nella disperazione quando è arrivato il turno di La Bambola Assassina, con un altro bambolotto malvagio. Gli adulti invece ridevano, ma quando è cominciato La Llorona, hanno smesso di divertirsi. Per fortuna lo spettacolo si è interrotto e gli spettatori sono stati spostati in un’altra sala, per consolarsi con le avventure del pokèmon giallo dipendente dal caffè e col cappello alla Sherlock Holmes che sta sbancando i botteghini mondiali ed è primo al boxoffice italiano del weekend. Resta da vedere se il film di Rob Letterman sia riuscito a far loro dimenticare, almeno in parte, quanto visto prima. Di certo, per qualche tempo, nessun bimbo vorrà in regalo una bambola né tantomeno avvicinarsi a un fiume.