27 Mag 2019 News

Aladdin al Movieplex, il cinema si veste d’incanto

Atmosfere orientali e incantevoli performance, al Movieplex giornata speciale per la proiezione di Aladdin. Nelle sale cinematografiche arriva Alladin, e il Movieplex si veste d’incanto con le coreografie orientali.

Mercoledì 22 maggio nelle sale italiane è uscito in anteprima il film Disney Aladdin diretto dal regista inglese Guy Ritchie (Snatch, Sherlock Holmes), naturalmente ispirato all’omonimo cartone uscito nel 1992, e tratto a sua volta dal racconto più famoso de “Le Mille e una notte”, ossia Aladino e la lampada meravigliosa. E proprio di queste mille e una atmosfere si è vestito per l’occasione il cinema aquilano Movieplex.

Il film presentato mercoledì 22 maggio, non è stata infatti una semplice proiezione, ma un evento performativo che è durato tutto il giorno con la realizzazione di una sorta di red carpet dal “sapore magico” allestito per l’occasione in modo immersivo al fine di coinvolgere bambini e adulti.

L’idea è nata dalla scenografa e coreografa aquilana Mardin Nazad (già collaboratrice di opere artistiche per promuovere il territorio locale a livello nazionale, come il videoclip “Maldamore” della cantante Simona Molinari e il video per il decennale “A Rose Among Thorns- L’Aquila 10 anni dopo” per la regia di Massimo Molinari di Climax Studio) con la direzione organizzativa dell’Associazione socio-culturale OrientalMente, che da anni si impegna per la diffusione della cultura e delle danze orientali (Danza del ventre e danza indiana Bollywood), e con la collaborazione del Centro Danza Art Noveau coordinato dal coreografo e ballerino professionista Alessio Colella.

La proposta è stata fin da subito accolta con entusiasmo dal responsabile del cinema Movieplex Enrico Raparelli, con lo scopo di dare l’opportunità ai ragazzi aquilani , provenienti da diverse scuole di danza locali, di studiare nuovi stili, di conoscersi ed integrarsi in un unico contesto e nel contempo di promuovere le varie discipline di danza presenti sul territorio aquilano.

L’evento è stato sponsorizzato da Tappeti Persiani e Orientali Shahla, che ha messo a disposizione per l’occasione arredi orientali e ha fornito quello che è diventato con un sapiente gioco di illusioni scenografiche il noto “tappeto volante”. Una sorta di percorso magico che ha guidato e intrattenuto il pubblico fin dentro la sala della proiezione all’interno della quale si è realizzata la performance danzante principale ,eseguita da 24 ballerini, che ha coinvolto il pubblico prima di ogni proiezione del film durante la giornata.

I coreografi Mardin Nazad (Bollywood), Midia Nazad (Danza del ventre) e Alessio Colella (Hip Hop) hanno quindi fuso le loro discipline in questa opera coreografica, insieme ai rispettivi allievi, con l’intento di costruire dei ponti multiculturali attraverso la danza. Proprio le fusioni caratterizzano le nuove tendenze artistiche della danza, come dimostra anche la pellicola Aladdin tra un Genio Hip hop (Will Smith) e una Principessa in pieno stile Bollywood (Naomi Scott).


Fonte: www.ilcapoluogo.it