20 Feb 2020 News

Martin Scorsese: il suo prossimo film sarà un western

Martin Scorsese si appresta finalmente a girare un western. Il regista ha svelato i primi dettagli sul suo prossimo progetto cinematografico, Killers of the Flower Moon

 

 

Martin Scorsese si appresta finalmente a girare un western. Il regista, infatti, ha svelato i primi dettagli sul suo prossimo progetto cinematografico, Killers of the Flower Moon, adattamento cinematografico del romanzo del giornalista del New Yorker, David Grann, uscito nel 2017.

In una lunga intervista concessa a Cahiers du Cinéma (via Premiere), Scorsese – reduce dal successo di The Irishman (candidato a 10 premi Oscar) – ha parlato per la prima volta del suo nuovo film, rivelando:

“Posso dire che sarà un western. È ambientato in Oklahoma tra il 1921 e il 1922. Ci saranno dei cowboy, che avranno sia delle vetture che dei cavalli. Il film racconterà soprattutto degli Osage, una tribù indiana alla quale viene donato questo territorio orribile: loro amavano questo territorio, perché pensavano che ai bianchi non sarebbe mai interessato. Poi ci hanno scoperto il petrolio e, per circa dieci anni, gli Osage sono diventati il popolo più ricco della Terra. Poi, come accaduto nello Yukon e nelle regioni minerarie del Colorado, sbarcarono gli avvoltoi, i bianchi, arrivarono gli europei, e tutto andò perduto. Laggiù, avevano così tanto potere e un tale controllo su tutto che era più probabile andare in prigione per avere ammazzato un cane che un indiano.”

Killers of the Flower Moon vedrà recitare per la prima volta insieme, in un film di Scorsese, Leonardo DiCaprio e Robert De Niro. A tal proposito, il regista ha spiegato:

“Leonardo DiCaprio avrà il ruolo principale, Robert De Niro sarà invece William Hale, il re delle colline di Osage, il responsabile della maggior parte delle morti. Gli altri saranno tutti attori nativi americani. È davvero interessante riflettere sulla mentalità che ha portato a tutto questo. La storia della civiltà risala alla Mesopotamia. Gli Ittiti vengono invasi da un altro popolo, scompaiono e in seguito si dice che siano stati assimilati, o meglio, assorbiti. È affascinante vedere come questa mentalità viene riprodotta in altre culture, attraverso due guerre mondiali. Penso sia qualcosa destinato a durare nel tempo. Questo è il film che proveremo a fare.”

Per Martin Scorsese e Leonardo DiCaprio si tratterà della sesta collaborazione, dopo Gangs of New York, The Aviator, The Departed, Shutter Island The Wolf of Wall Street

Per Scorsese e Robert De Niro, invece, sarà la decima collaborazione, dopo Mean Streets, Taxi Driver, New York, New York, Toro scatenato, Re per una notte, Quei bravi ragazzi, Cape Fear, Casinò e The Irishman. 

Fonte cinefilos.it